Google+

Post in evidenza

Come progettare la cucina

Moderne, minimal, classiche, in muratura, country, shabby... In legno, in acciaio, laccate, in pvc, in vetro..c'è da perdere la testa...

26 agosto 2013

Appendiabiti "ready made": versione 2.0

Torniamo a parlare di riciclo, fai da te (o se proprio vogliamo fare i fighi, parliamo di DIY) e aggiungerei eco, inteso come economico.
Qua c'è l'unione di due precedenti creazioni: l'appendiabiti "ready made"  e i divani fashion.
I protagonisti: i bancali!!!
Sono veramente versatili e si prestano alla creazione di ogni tipo di arredamento e complemento d'arredo, basta un po' di fantasia, manualità (ma nemmeno troppa) e poco denaro.
A me è venuto in mente quando, qualche settimana fa, abbiamo imbiancato il bagno..tanto che c'ero potevo far buchi e chiuderne altri ( far fare, io mi sono "limitata" a tenere a bada i nani ) e siccome quello che c'era, era davvero minimal e gli accappatoi raddoppiati, ho iniziato a girar per negozi in cerca di un bell'appendiabiti.
Sono anche andata in negozi di restauro e mercatini, ma il tempo stringeva e io non avevo proprio l'ispirazione.
Finché si è accesa una piccola lampadina...perché non lo facciamo noi?
Sono tornata a casa tutta felice e mi sono messa a fare un rapido schizzo per far capire al mio "tuttofare personale" cosa intendesse la mia mente.
appendiabiti
Vi sarà utile fare un piccolo disegno per capire cosa andrete a fare ed avere un'idea di misure. Non c'è bisogno di essere architetti o pittori, bastano due righe traballanti, anche se le capite solo voi.
Lo spazio che abbiamo noi per l'appendiabiti, è di 80cm e non volendo riempilo tutto, abbiamo deciso che 60cm sarebbero bastati.
Quindi le assi, per metterle sfalsate, non devono essere 60cm, ma meno, circa 50 - 55 cm.
Poi ne serviranno altre due posizionate dietro, perpendicolari, che serviranno per fissare quelle orizzontali e per il fissaggio alla parete, ed in più terranno distanziato l'accappatoio dal muro, evitando che si formi umidità (trattandosi di bagno).
Ecco, il disegno mi è servito per capire quanto materiale occorre per il "mio" appendiabiti.
Qui la forma e le grandezze stanno alla vostra fantasia, e allo stile che deciderete di fare..potete ad esempio, farle perfettamente allineate, e colorarle con uno smalto lucido per avere un "design" più contemporaneo e moderno..

Ma passiamo alla pratica.
Innanzi tutto scegliere un bancale [foto1] , si trovano fuori  dalle fabbriche o dai falegnami, se non volete comperarli; noi ne avevamo di nostri, lasciati dai muratori in tempi di ristrutturazione, e quello usato misura 120 x 120 , abbiamo scelto 3 assi [foto2], le meno rovinate ed eliminato tutti i chiodi ed eventuali sporgenze.
Abbiamo poi preso le misure;  ci servono 2 assi da 55 cm, una da 60 cm (quella centrale) e due da 27 cm ( quelle posteriori) e le abbiamo tagliate [foto 3-4]

appendiabiti DIY
A questo punto si hanno tutti i pezzi a misura, e con il frullino abbiamo o meglio ha, arrotondato tutti i bordi
[foto5]. Non è necessario, ma per l'effetto "usurato" che volevo io andava fatto.
Adesso, prima di "scartavetrare" a mano o con la carteggiatrice, ho posizionato i pezzi per decidere la forma finale e ho fatto un segno a matita per indicare la posizione delle viti e dei ganci appendiabiti.[foto 6]
A questo punto, il mio tuttofare, con quella bella invenzione, l'avvitatore, ha fissato il tutto.
Ogni tavola orizzontale ha due viti fissate su quella sottostante, messa perpendicolare [foto 7]
I  fori che le tavole avevano gia, li ho lasciati stare, mi servivano per l'effetto finale; ma volendo possono essere stuccati e il momento è questo.
Dopo che le tavole sono ben fissate, ma non i ganci che andranno fissati per ultimo, scartavetrare è un gioco da ragazzi...soprattutto se hai la carteggiatrice [foto 8]

appendiabiti DIY
Una bella soffiata alla polvere in eccesso, e ora si può dipingere.
Non abbiamo usato l'aggrappante perchè non ce n'era bisogno, siamo passati subito allo smalto all'acqua bianco opaco, diluito con  acqua (anche se non ce ne sarebbe bisogno) perchè era troppo coprente, e l'ho usato con il pennello scarico, ovvero non intriso ma solo sporcato con il colore.
Poi ho sfumato i bordi con la pittura che abbiamo usato nel bagno.
Usando il pennello sempre scarico di colore e diluendo lo smalto con l'acqua, l'effetto finale è assicurato!!
Se vi piace invece l'effetto naturale del legno, andrà trattato con un'olio per legno incolore, e magari un trattamento per l'umidità (se come me, lo mettete in bagno, o comunque in un'ambiente umido).
appendiabiti DIY
Quando è asciutto ( con il caldo in mezz'ora a noi si è asciugato), si possono fissare i ganci appendiabiti ed infine i gancetti per il fissaggio al muro.
Potete farne di ogni forma e di ogni colore,personalizzandolo e adattandolo al vostro stile, magari di un bel verde per la camera dei bambini! Sempre con un tocchino retrò.
Ricapitolo cosa abbiamo usato per questo lavoretto:

OCCORRENTE
3-4 assi di un bancale
4 ganci appendiabiti
carta vetrata
sega
viti per legno
avvitatore
frullino
smalto all'acqua
pennello
metro e matita

Appendiabiti con bancali

appendiabiti DIY
La soddisfazione di avere un'oggetto fatto da te, come lo volevi te...è essere felici con poco!
Buon riciclo a tutti.
Silvia

Nessun commento:

Posta un commento

commenta il post

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Google+